lunedì 11 agosto 2014

19 AGOSTO 2014 - MOLO DI VIAREGGIO – TORRE MATILDE – PANIA DELLA CROCE, COME GLI UOMINI DELLA NEVE.

Correndo dall'acqua del Mar Ligure alla vetta della Regina delle Apuane.

Prima della comparsa nella quotidianità dei frigoriferi e dei congelatori, esisteva un mestiere di cui si sono perse quasi le notizie: “l'uomo della neve” che partendo dalle località di fondo valle come Cardoso, saliva fino ai piccoli nevai perenni delle Alpi Apuane per prelevare la neve sedimentata e rivenderla per le rifornire le ghiacciaie e preparare granite e gelati. Sul versante est della Pania della Croce esiste una località che lo ricorda: il “Passo degli Uomini della Neve”.*
In un immaginario viaggio nel passato, in un giorno di piena estate, Giovanni, Carlo Lazzari, preparatore atletico e fondatore di Mercurialis Polisport, percorrerà a corsa il tragitto di circa 40 km tra il Molo di Viareggio e la cima della Pania della Croce, in autonomia alimentare. Il tragitto prevede l'attraversamento delle località di Piano di Mommio, Camaiore, Vado, Lombrici, Casoli, Tre Scolli, Alpe della Grotta, Foce di Petrosciana, Monte Forato, Foce di Valli, Passo degli Uomini della Neve, Buca della Neve, fino alla vetta della Pania della Croce a 1858 metri sul livello del mare.
Il “viaggio” sarà documentato dalla redazione di Soul Running, il magazine dedicato al trail running che negli ultimi anni ha posto la sua attenzione sul territorio versiliese con l'evento Massarosa Running Experience. Grazie alla pagina facebook di Soul Running sarà possibile seguire live questa avventura. Il tragitto diverrà quindi una “prima”, con un FKT (Fastest Known Time) che potrà essere ripetuta da chiunque si voglia cimentare.
L'assistenza logistica sarà curata da Lorenzo Pacini, atleta e consigliere di Mercurialis Polisport e Angelo Simone di Maratonando negozio tecnico per runner a Viareggio.
La squadra verrà quindi accolta al Rifugio Cai “Enrico Rossi” in località Prati alla Pania dove verrà anche consumata simbolicamente una granita fatta con la neve prelevata dal moderno “uomo delle nevi”.




Informazioni su gli “Uomini delle Nevi” di Cardoso.

http://www.il-cardoso.it/gliuominidellaneve.html

*Passo degli Uomini della Neve: È un ripiano della cresta Est della Pania della Croce, a quota 1690 metri, che mette in comunicazione la Costa Pulita con la zona settentrionale del monte, nella quale la neve si conserva a lungo.
Il passo deve il proprio nome al fatto che, in passato, dalla Versilia si saliva qua per approvvigionarsi di neve che era usata nelle ghiacciaie e per fare gelati.
Gli Uomini della neve venivano, per lo più, da Cardoso e riempivano le loro capaci ceste di neve prelevandola dalle “Buche della Neve” presenti nel vicino altipiano della Vetrìcia.

(Il dizionario delle Alpi Apuane a cura di Fabio Frigeri)