martedì 12 settembre 2017

TRANSLOVENIJA EXPRESS #8 Apače – Kidricevo - Ptuj – Cezanjevci (Ljutomer)

Apače – Kidricevo – Hajdina Ptuj – Podvinci – Dornava – Sveti Tomaz – Cezanjevci (Ljutomer)





km 47,5 384 d+ 8h 38' 

sole senza vento, temperatura alta, pioggia nel tardo pomeriggio.


L'ottava tappa della traversata della Slovenia inizia nel territorio della antica Stiria (Stajerska). Zona ad antica vocazione agricola sulla pianura alluvionale del fiume Drava, poi industriale, con l'estrazione della bauxite e la sua lavorazione in alluminio nel polo industriale della Talum nell'abitato di Kidricevo (antica Strnisce) (km 6), conosciuta per il cimitero militare della prima guerra mondiale ed il campo di concentramento per prigionieri tedeschi ed austriaci della seconda guerra.

Boris Kidric, personaggio politico a cui dedicato la città di Kidricevo  
Talum Alluminja, importante poo industriale della Slovenia
Il cimitero Militare di Strnisce (Kidricevo)
Partendo dal sobborgo di Apace, questa è la prima tappa, in cui è possibile fare rifornimenti nelle botteghe, mercati e supermercati. Con una piccola deviazione è possibile visitare i templi mitraici di Zgornja Hajdina e arrivare alla più antica città slovena: Ptuj (Poetovium km 14), adagiata sul fiume Drava che si allarga in una sorta di lago e la fa vagamente assomigliare a Mantova, famosa per il castello medievale, le rovine romane e le terme moderne.

Ptuj dal ponte pedonale sulla Drava
Resti romani dei mitrei a Ptuj

Dolce a base di farina di grano saraceno (ajdova gibanica)
Sosta obbligatoria per assaggiare la ajdova gibanica (pasticcio dolce di ricotta e farina di grano saraceno). Superato il fiume si prosegue sulla strada 229 in direzione Dornava, attraversando l'abitato rurale di Podvinci (km 21). Qui è possibile tagliare su una bella strada di campagna che attraversa i le grandi coltivazioni di luppolo per la birra. 

Villa asburgica a Dornava
Campi di luppolo
Da Dornava (Km 25), utile per i rifornimenti, si entra nel Chianti sloveno, il Prekmurje e dalla pianura si passa a dolci collinette disabitate tra boschi di latifoglie e campi di granturco. 
Boschi del Prekmurje 
A Polenci (Km 32,5 – 330 slm) si può trovare un bar aperto per acquistare acqua. Si riperde quindi quota e si risale poi fino a Sveti Tomaz (San Tommaso, km 40 - 330 slm).

Nel Chianti sloveno
 Gli ultimi 7 km sono un continuo saliscendi tra minuscoli abitati vinicoli, vigne e boschetti fino a Cezanjevci (km 47,5), dove consiglio ai trappers di alleggiare all'Apartment Tent Silva, dove con 26€ ho affittato un cottage in legno con cena a base di una specie di gulash e abbondante colazione tradizionale. 

Apartment Tent Silva
Piatto vegano: il bogracs, fatto con 5 tipi diversi di carne, simile al gulasch  (l'Ungheria è a 35 km)
I proprietari, una coppia di distinti signori sono dei forti camminatori e capiscono le esigenze del viaggiatore a piedi. Siamo a 3 km da Ljutomer, capoluogo della zona.

I proprietari del campeggio hanno attraversato la Slovenia anni fa, da casa loro fino a Pirano-Capodistria

Tappa mediamente lunga ma con poche difficoltà altimetriche. I paesaggi, rilassanti e isolati possono diventare però infuocati se affrontati nel clima estivo continentale. Attenzione quindi alle scorte di acqua.